Certificazione EAC di apparecchiature e recipienti a pressione

Apparecchiature a pressione come recipienti, tubazioni, equipaggiamento con funzione di sicurezza ed equipaggiamento a pressione, compresi eventualmente anche elementi fissati a parti a pressione, come flange, ugelli, raccordi, giunti, supporti, occhielli di sollevamento ecc. sono prodotti potenzialmente pericolosi. Perciò essi richiedono requisiti di sicurezza particolarmente alti.

Quadro normativo

Questi requisiti rigidi per la sicurezza e l’affidabilità di apparecchiature a pressione ed anche per la marcatura adeguata sono determinati nel regolamento TR CU 032/2013 Sulla sicurezza delle apparecchiature a pressione.Tale regolamento è stato elaborato sulla base delle direttive europee sulle attrezzature a pressione 2014/68/UE, 2014/29/UE e 2010/35/UE e adottato il 2 luglio.

Campo di applicazione

Il sopraddetto regolamento tecnico TR CU 032/2013 si applica alle seguenti apparecchiature:

  • recipienti a pressione
  • tubazioni
  • caldaie
  • rubinetterie
  • unità di visualizzazione
  • attrezzature con funzione di sicurezza
  • equipaggiamento a pressione

Il TR CU 032/2013 non si applica invece a:

  • condotte a lunga distanza
  • reti di distribuzione del gas
  • apparecchiature destinate all’uso nel campo dell'energia nucleare
  • attrezzature per l'utilizzo su imbarcazioni per la navigazione marittima e fluviale
  • sistemi di frenatura dei veicoli ferroviari
  • contenitori per l'utilizzo su aeromobili
  • armamenti
  • parti di macchinari che non sono contenitori indipendenti (involucri di pompe, turbine, compressori o motori)
  • camere a pressione singole per l’uso medico
  • irroratrici
  • alloggiamento di apparecchiature ad alta tensione
  • contenitori flessibili non metallici
  • silenziatori
  • bottiglie e lattine per bevande gassate destinate al consumo

La valutazione della conformità

Per l’esportazione di apparecchiature a pressione in Russia o in paesi dell’Unione Economica Eurasiatica è richiesta l’attestazione della conformità sul rispetto dei requisiti del regolamento tecnico TR CU 032/2013. Secondo il TR CU 032/2013 le apparecchiature a pressione sono soggette alla certificazione EAC o la dichiarazione EAC.

Il regolamento tecnico distingue quattro categorie di dispositivi che operano con sovrappressione. Apparecchiature meno pericolose sono classificate nella categoria 1 e quelle particolarmente pericolose nella categoria 4. Per la classificazione sono decisivi i seguenti criteri:

  • pressione massima consentita (PS)
  • volume (m3) o diametro nominale (mm)
  • gruppo

I mezzi di lavoro sono assegnati al gruppo 1 o 2 come segue:

  • Gruppo 1: mezzo pericoloso - gas e liquidi (gas, liquidi e vapori infiammabili, ossidanti, combustibili, esplosivi e tossici)
  • Gruppo 2: tutti i mezzi che non appartengono al gruppo 1

Con il nostro calcolatore può calcolare la categoria dell apparecchiatura a pressione.

Il TR CU 032/2013 prevede la certificazione EAC per apparecchiature a pressione della 3a e della 4a categoria che sono elencati nell’allegato numero 1 del regolamento tecnico.

Le apparecchiature della 1a e 2a categoria sono invece soggette alla dichiarazione EAC.

È tra l’altro decisivo per la procedura di certificazione è se si tratta di una consegna su contratto, di una produzione in serie o di una consegna di singoli componenti. Nel caso della produzione in serie, di solito è richiesto un audit di produzione presso il produttore

Se le apparecchiature o l’assemblaggio sono soggetti a più di un regolamento tecnico dell’UEE, i prodotti devono anche essere certificati o dichiarati secondo tutti i regolamenti tecnici rilevanti.
Un esempio: Le valvole industriali che operano con sovrappressione sono, oltre alla valutazione della conformità secondo TR CU 032/2013, anche soggette alla dichiarazione EAC secondo TR CU 010/2011 Sulla sicurezza di macchinari e attrezzature. Se queste valvole sono dotate di controlli elettrici, deve essere confermata anche la conformità ai requisiti del TR CU 004/2011 Sulla sicurezza delle apparecchiature a bassa tensione e il TR CU 020/2011 Sulla compatibilità elettromagnetica.

In questo caso non è possibile di sostituire la dichiarazione EAC con la certificazione EAC su richiesta del richiedente.

L’attestazione della conformità viene rilasciata con una validità massima di 5 anni.

Documenti richiesti

documenti tecnici per la certificazione EAC di apparecchiature a pressione

Schemi della valutazione della conformità EAC

Schemi per la dichiarazione EAC

procedura descrizione
1D dichiarazione EAC per consegne in serie per le categorie di pericolo 1 e 2
2D dichiarazione EAC per lavorazioni singole per le categorie di pericolo 1 e 2
3D dichiarazione EAC per consegne in serie per le categorie di pericolo 1 e 2
4D dichiarazione EAC per produzioni in serie per le categorie di pericolo 1 e 2
5D dichiarazione EAC per le categorie di pericolo 1,2,3 e 4

Schemi per la certificazione EAC

procedura descrizione
1C certificazione EAC per consegne in serie con audit di produzione
2C certificazione EAC per produzioni in serie
2C certificazione EAC per lavorazioni singole
3C certificazione EAC per consegne in serie
7C certificazione EAC per consegne in serie con audit di produzione

La valutazione della conformità di apparecchiature con funzione di sicurezza e unità di visualizzazione

Anche le apparecchiature con funzione di sicurezza e le unità di visualizzazione sono soggette ai requisiti del TR CU 032/2013.

Come apparecchiature con funzione di sicurezza si intendono gli installazioni destinati alla protezione dell’apparecchiatura a pressione quando il limite di pressione o temperatura ammissibile viene superato. Tali apparecchiature appartengono alla categoria 4 e sono soggette alla certificazione EAC secondo TR CU 032/2013.

Le unità di visualizzazione sono per esempio indicatori del livello, indicatori di flusso di gas e di liquidi e altri dispositivi tecnici simili che non sono strumenti di misurazione.

Strumenti di misura come termometri, barometri, vacuometri e contatori di gas non sono soggetti alla valutazione della conformità EAC. Per tali apparecchiature può essere rilasciata una lettera di esenzione. Si prega di notare che gli strumenti di misura possono richiedere l’approvazione delle apparecchiature di misura Rosstandart.

Rappresentante autorizzato

Rappresentante autorizzato

Un produttore la cui sede non si trova in uno degli stati membri dell’UEE non ha il diritto di richiedere l’esecuzione della valutazione di conformità dei suoi prodotti per l’adempimento dei requisiti del TR CU 032/2013.

Per poter tuttavia effettuare una valutazione della conformità, il produttore straniero deve incaricare un rappresentante autorizzato in uno degli stati membri dell’UEE. Questo rappresentante difende gli interessi del produttore straniero nella collaborazione con gli enti di certificazione dell’UEE per quanto riguarda la sicurezza e la qualità dei prodotti e la loro conformità ai regolamenti tecnici.

Secondo la legge vigente e in conformità ai regolamenti tecnici dell’Unione economica soltanto un imprenditore con sede nel territorio dell’UEE può essere nominato come rappresentante autorizzato.

Marcatura EAC

TR CU 032/2013 Sulla sicurezza delle apparecchiature a pressione

Le apparecchiature che operano con sovrappressione e la cui conformità ai requisiti del TR CU 032/2013 è stata confermata, possono essere contrassegnati con il marchio EAC dell’UEE. La commercializzazione dei prodotti senza la rispettiva marcatura può essere punita con una multa o la confisca.

Requisiti per il marchio EAC:

  • leggibilità ad occhio nudo
  • dimensioni di almeno 5 mm
  • colorazione monocromatica o contrasto di colore chiaro rispetto alla superficie
  • buona leggibilità per tutta la vita del prodotto

Marcatura sulla targhetta

Le seguenti informazioni devono essere apposte sulla targhetta dell'apparecchio a pressione:

  • denominazione (tipo, modello, marchio)
  • caratteristiche tecniche rilevanti per la sicurezza
  • informazioni sul materiale usato per la fabbricazione dell’apparecchiatura
  • marchio del fabbricante
  • data di fabbricazione
  • numero di serie
  • marchio di conformità EAC

Se non è possibile applicare la targhetta sull’apparecchiatura, i sopraddetti informazioni devono essere elencati nel manuale d’uso.

Durata e costo della valutazione della conformità EAC di apparecchiature a pressione

La durata e i costi dell’attestazione della conformità EAC dipendono da vari fattori, come il tipo di merce, la necessità di verifiche in laboratorio e la complessità delle prove. Le specifiche condizioni della certificazione vengono sempre determinati individualmente a seconda dei documenti necessari.

La richiesta di un certificato può richiedere qualche settimana.

La consegna di documenti

Al momento dell'ordine di un certificato EAC, riceverá una copia del Suo certificato via e-mail immediatamente dopo che il processo di certificazione è stato completato con successo. In pochi giorni l'originale Le sarà inviato per posta.

La nostra offerta

I nostri consulenti per l'esportazione dispongono di tanti anni di esperienza sul campo dell’esportazione di apparecchiature a pressione in Russia e il rispettivo sdoganamento. Le offriamo un pacchetto di servizi completo, che comprende la preparazione di tutti i documenti necessari, lo sdoganamento rispettivo e la logistica.
Offriamo:

Saremmo lieti di fornirle una consulenza professionale e competente sulla certificazione EAC o sulla dichiarazione EAC. Verifichiamo gratuitamente se i Suoi prodotti sono soggetti all'obbligo di valutazione della conformità secondo TR CU 032/2013 Sulla sicurezza delle apparecchiature a pressione.

Nel nostro video, spieghiamo che cos´è una certificazione EAC e come e dove può certificare o dichiarare i Suoi prodotti per la commercializzazione nell'UEE.

La certificazione e dichiarazione EAC sono processi complessi, che confermano la conformità dei prodotti ai vigenti regolamenti tecnici e che richiedono tante conoscenze tecniche. Schmidt & Schmidt Le offre aiuto durante il processo della certificazione per il mercato dell'UEE.

Il certificato EAC dell’Unione Economica Eurasiatica (UEE) conferma ufficialmente che i prodotti corrispondono alle direttive tecniche, i cosiddetti regolamenti tecnici dei paesi membri dell’UEE. I prodotti la cui conformità ai regolamenti tecnici è stata confermata dal certificato dell’UEE, possono essere liberamente trasportati e venduti oltre confine in tutto il territorio doganale degli stati membri dell'Unione Economica Eurasiatica.

La dichiarazione EAC dell’UEE conferma che i prodotti corrispondono ai requisiti minimi dei regolamenti tecnici dell’UEE. Una dichiarazione EAC viene rilasciata dal produttore, importatore o un rappresentante autorizzato e inserita nel registro uniforme. I prodotti la cui conformità ai regolamenti tecnici è stata certificata da una dichiarazione, possono essere liberamente trasportati e venduti oltre confine in tutto il territorio doganale degli stati membri dell’UEE.

Il certificato EAC può essere rilasciato soltanto dopo il controllo di qualità effettuato da un ente di certificato indipendente accreditato in uno degli stati membri dell’UEE. La certificazione viene effettuata sulla base dei documenti tecnici, rapporti di prova interni o forniti da laboratori accreditati, come eventualmente sulla base di un audit di produzione sul posto. Il certificato è stampato su un modulo ufficiale, che presenta diversi elementi a prova di falsificazione ed è autenticato dalla firma e dal sigillo di un organismo accreditato. Il certificato EAC viene di solito rilasciato per prodotti complessi, i quali richiedono un controllo più dispendioso da parte delle autorità di sorveglianza.


La dichiarazione EAC è una dichiarazione di conformità da parte del produttore, importatore o rappresentante autorizzato sulla conformità dei prodotti ai requisiti minimi dei regolamenti tecnici dell’UEE. A differenza del certificato, la dichiarazione EAC viene rilasciata dal produttore o importatore stesso. Tutte le prove e analisi necessari vengono o effettuati dal produttore stesso o in alcuni casi da un laboratorio. Il richiedente rilascia la dichiarazione su un normale foglio di carta. Il rappresentante o l’ente di certificazione accreditato in uno dei paesi membri dell’UEE deve inserire poi la dichiarazione nel registro dell’UEE.

Visa
Mastercard
SEPA Überweisung
PayPal

Team con esperti e consulenti qualificati

I nostri dipendenti dispongono di una lunga esperienza nel campo dell'esportazione e della certificazione

Certificazione di tutti i tipi di prodotti

Collaboriamo con clienti di tutte le branche

Lavorazione veloce di ordini

Un approccio individuale per ogni cliente e una lavorazione rapida ci distinguono da altri

Conoscenze approfondite sui regolamenti tecnici

Grazie alle nostre conoscenze tecniche e giuridiche assicuriamo un'alta qualità dei nostri servizi

Consegna gratuita dei documenti

I Suoi documenti vengono consegnati il più presto possibile e gratuitamente